Museo Archeologico

  • Home
  • /Museo Archeologico
Al Museo potrete ammirare l’unico frammento di Fasti triumphales ritrovato al di fuori di Roma: Urbs Salvia, infatti, è l’unica città in tutto l’impero romano che ha restituito un frammento delle iscrizioni che riportavano i nomi dei condottieri vittoriosi.

Il Museo Archeologico statale si trova nel centro storico di Urbisaglia e nasce come struttura espositiva legata allo sviluppo della città romana e del suo territorio.
Il piano terra ospita un pregevole manufatto che costituisce un unicum del piceno romano: un cratere neoattico, vale a dire un vaso di ragguardevoli dimensioni in marmo greco (pentelico), decorato a bassorilievo da due gruppi di tre figure femminili, interpretate come ninfe, che eseguono una danza processionale. Tale vaso, rinvenuto durante gli scavi condotti dall’Università di Macerata negli anni 2005-2006, risale ad età augustea e, con ogni probabilità, costituiva un oggetto lussuoso di arredo di qualche complesso residenziale dell’antica Urbs Salvia.
Sullo sfondo si staglia un acquarello della città romana, eseguito da J.C. Golvin, con la rappresentazione ipotetica della città in cui sono inseriti anche i principali monumenti pubblici conservati.
Gli spazi ulteriori ospitano due tegole dipinte rinvenute durante la prima esplorazione del condotto dell’acquedotto romano avvenuta nel 1854; presenti anche un piccolo altare votivo in calcare, ed un busto di togato frammentario. In un piccolo ambiente dedicato al principale tempio urbano, il Tempio della Salus Augusta, si incontrano due capitelli corinzi provenienti dall’area del complesso santuariale.
La sala infine accoglie alcune vetrine a carattere temporaneo che espongono materiali significativi per la conoscenza e l’approfondimento di alcuni aspetti particolari della vita quotidiana della colonia di Urbs Salvia.

Il primo piano raccoglie frammenti di decorazioni architettoniche provenienti dai principali edifici pubblici dell’area urbana, alcuni bolli laterizi di M. Attius Fabatus indicanti un’officina di proprietà del santuario della dea Salus e una riproduzione fotografica degli affreschi del Criptoportico. Seguono due omphaloi cioè due reperti a forma di calotta emisferica in cui sono raffigurati a bassorilievo simboli che rimandano al culto apollineo. Nella stessa sala sono anche conservati frammenti di Fasti consulares e un frammento di Fasti triumphales. A proposito di questi ultimi è degno di nota il fatto che Urbs Salvia sia l’unica città in tutto l’impero romano, all’infuori di Roma, a restituirci un esemplare.
Passato il corridoio, dedicato all’instrumentum domesticum, si arriva agli ambienti dedicati al teatro, dove spiccano due statuette di Eroti alati acefali, una testa classicistica di Apollo e, soprattutto, due statue acefale, un togato e una figura femminile panneggiata.
L’ultimo corridoio ospita le due epigrafi monumentali rinvenute nell’anfiteatro che forniscono interessanti notizie sulla sua storia, come il nome di chi lo fece costruire, Lucio Flavio Silva Nonio Basso, e il numero di spettatori che riusciva a contenere, 5150.

 
 

INFO MONUMENTO

Ricostruzione Urbs-Salvia Serbatoio romano
  • Lunedi | 13:30-19:30
  • Martedi | 08:30-13:30
  • Mercoledi | 13:30-19:30
  • Giovedi | 08:30-13:30
  • Venerdi | 13:30-19:30
  • Sabato | 08:30-13:30
  • Domenica | 08:30-13:30

Le visite sono ad ingresso libero nei giorni e orari che trovi nel tab Orari qui a sinistra, per altre info potrete telefonare al: +39.0733.50107

CURIOSITÀ

Una collezione privata di Urbisaglia ospita una porzione di un’importante lapide dedicata a Caio Fufio Gemino trovata nel Teatro romano nel 1955 che data la costruzione del monumento a prima del 23 d.C. Un’altra parte della stessa lapide è murata nella parete esterna dell’abside della chiesa parrocchiale di Montefano (Mc): la scoperta della relazione tra i due frammenti si deve a Lidio Gasperini, docente di Epigrafia, alla fine degli anni 80. Manca ancora all’appello la porzione centrale

 

GLI ALTRI MONUMENTI

Teatro

SERBATOIO

Teatro

TEATRO

Mura

MURA

Tempio - Criptoportico

CRIPTOPORTICO

Museo

ANFITEATRO

Rocca

ROCCA

 

INFO TURISTICHE

Per tutti i visitatori che desiderano ammirare Urbisaglia e i suoi monumenti l’ufficio turistico del paese è aperto tutti i giorni per la maggior parte dell’anno (vedi orari). Scarica gli itinerari qui in basso per muoverti più facilmente, troverai una mappa con i monumenti principali di Urbisaglia e i servizi (hotel, poste, bancomat…).
Per maggiori info non esitare a contattarci!

  • 15 Giugno > 15 Settembre
    Tutti i giorni: 10:00-13:00 / 15:00-19:00
  • 16 Settembre > 31 Ottobre
    Sab. e fest.: 10:00-13:00 / 15:00-18:00
  • 1 Novembre > 28 Febbraio
    Sab. e fest.: 10:00-13:00 / 14:30-16:30
  • 1 Marzo > 14 Giugno
    Sab. e fest.: 10:00-13:00 / 15:00-18:00

Visitatore: la visita può iniziare, dall’anfiteatro, dall’ufficio turistico o dalla rocca dove un nostro operatore vi guiderà alla scoperta dei monumenti principali, con visita guidata al tempio-criptoportico e al serbatoio dell’acquedotto.

Scuole e Gruppi: Si effettuano visite guidate su prenotazione tutti i giorni. Proponiamo un itinerario breve (circa un’ora) che comprende la visita al tempio alla Salus Augusta con criptoportico affrescato e all’anfiteatro e uno completo (due-tre ore) con partenza dal Museo Archeologico Statale e a seguire la visita di tutti i monumenti della romana Urbs Salvia (serbatoio, teatro, edificio a nicchioni, mura, tempio alla Salus Augusta- criptoportico e anfiteatro). Il tour del centro storico prevede una passeggiata nei vicoli del borgo con la visita della Rocca e delle principali chiese.
Gli itinerari sono personalizzabili anche con i nostri numerosi laboratori didattici.

UFFICIO TURISTICO

C.so Giannelli 36, 62010 Urbisaglia (MC) – MAP
+ (39) 0733.202942 / + (39) 0733.506566
 info@meridianasrl.it

Thanks!

Your email was successfully sent. Your enquiry will be dealt with as soon as possible.

Required fields not completed correctly.